Riviera delle Palme
Image

San Benedetto del Tronto – Il lungomare più bello d’ Italia- Cuore della Riviera delle Palme, con più di 7.000 palme circondate da fitti cespugli di rigogliosi oleandri, che conferiscono a questa città un fascino esotico unico nel suo genere, in Europa. La parte storica della città, il vero e proprio “cuore”, con le sue antiche opere architettoniche, la Torre dei Gualtieri, l’abbazia di San Benedetto e gli stretti vicoli, si erge al di sopra di questo animato luogo di villeggiatura, diventato, da piccolo villaggio costiero, uno dei più importanti porti per la pesca. L’importanza storica del mare per questo paese traspare dal numero di pescherecci e yacht ormeggiati. Particolarmente consigliata è la visita al Museo Ittico, al Museo della Civiltà marinara e delle antiche anfore romane. Potrete inoltre ammirare le oltre 80 sculture disposte lungo il molo, tutte realizzate su travertino. Da non perdere assolutamente il “Brodetto”, famosa zuppa di pesce Sambenedettese, preparata con 13 tipi diversi di pesce (si consiglia la prenotazione). San Benedetto del Tronto è un luogo davvero difficile da dimenticare. Dopo un buon aperitivo al porto, si può riprendere il viaggio costeggiando la litoranea fino a Grottammare, la “perla dell’Adriatico”, un’accogliente città in stile liberty, ricca di storia e tradizioni, che dà ai turisti la possibilità di rigenerarsi dallo smog cittadino e riscoprire profumi e colori perduti. Il centro storico del paese, arroccato sul mare, è un borgo medievale che sembra aggrapparsi alla collina. Il borgo è ricco di interessi per il turista, tra cui il teatro storico dell’Arancio e il museo “Pericle Fazzini”. Il vero cuore del luogo è Piazza Peretti, con il suo imponente loggiato che offre uno stupendo panorama sulla costa e sul mare. A Cupra Marittima, piccolo e piacevole paesino costiero, immersi in un’atmosfera familiare, si può assaporare la pace, la rigogliosa vegetazione, ma anche i pregi architettonici del meraviglioso antico centro storico. Questa cittadina è nota non solo per i suoi prodotti cosmetici ma anche per il suo museo delle conchiglie, che vanta una collezione di ben 700.000 esemplari da tutto il mondo, tra cui la gigantesca Tridacna gigas. Testimonianze del suo passato sono conservate nel Museo del Territorio di Marano. Emozionanti sono le mura risalenti all’epoca degli Sforza, ornate dal verde di palme e pini; i resti della rocca, le solitarie e ripide strade e gli antichi palazzi. Circa 500 m a sud dell’abitato si erge il colle dove sorge il castello medievale di Sant’Andrea, antica fortezza con funzioni di avvistamento e difesa, i cui resti si stagliano a strapiombo sul mare. Il panorama che si gode da questo punto è semplicemente da mozzafiato. Da non perdere assolutamente una gita in bici sulla stupenda pista ciclabile che collega San Benedetto del Tronto, Grottammare e Cupra Marittima.

GALLERY